Candidati al Consiglio comunale

Raffaele Grassi

Sollecitato dai colleghi sulle problematiche che ruotano attorno alle auto bianche, intraprende un lungo percorso politico-sindacale ricoprendo diversi incarichi; nel 1990 viene eletto Vice Segretario del S.A.Ta.M./C.N.A. (Sindacato Artigiani Tassisti di Milano e Provincia), nel 2000 viene eletto Presidente dell’Associazione Sindacale, carica che ancora oggi ricopre.
Nel 1999 partecipa attivamente alla costituzione del Consorzio Radiotaxi Satellitare Taxiblù 02.4040 ed ottiene la carica di componente del Consiglio di Amministrazione con delega per i rapporti con le Istituzioni.
L’attività sindacale lo impegna al punto di essere sempre in prima fila nelle tematiche del trasporto non di linea e in special modo nei dibattiti sulla legislazione e regolamentazione del servizio taxi.
Nel 2006, si candida alle elezioni comunali e viene eletto Consigliere Comunale a Milano.
Nel 2014 viene invitato negli Stati Uniti, New Orleans, dalla Associazione Internazionale sulla Regolamentazione del Trasporto, (IATR), ad intervenire come unico portavoce europeo alla Conferenza annuale sul “Trasporto persone a mezzo autovetture e l’impatto delle nuove tecnologie nel settore”. Nel 2011, ripropone la sua candidatura e sarà nuovamente eletto Consigliere Comunale, ricoprendo la carica di Presidente della Commissione Consiliare Commercio – Attività Produttive – Turismo – Marketing Territoriale.
E, ancora, nel corso del mese di settembre 2015, prende parte alla European Conference presso l’Hellenic American Union di Atene sul mondo dei taxi ed i taxisti di domani.
Componente della Commissione d’inchiesta di Expo 2015, denuncia comportamenti non corretti tenuti da più soggetti nella realizzazione dell’evento universale.
Il principio a cui si affida è il rispetto delle regole. I politici devono garantire ai cittadini la massima trasparenza.
La “questione morale” diventa uno dei suoi punti fermi in quanto espressione di giustizia sociale, diritti civili e gestione onesta della res publica. L’acqua pubblica ed il lavoro sono beni comuni da salvaguardare.
Girare per la metropoli ad ogni ora del giorno gli consente di conoscerne ogni meandro, grazie alla sua professione di taxista, che gli permette quotidianamente un approccio diretto e costante con i cittadini.
Per quanto riguarda l’attività istituzionale il suo impegno è stato e continua ad essere assiduo segnalando tutta una serie di problematiche relative alla sicurezza, al degrado della città, all’abbandono delle periferie, alle barriere architettoniche ancora presenti, all’abusivismo in molti settori produttivi della nostra città.
Il mio rinnovato impegno nella Lista Civica Parisi è la conseguenza di un naturale percorso al servizio della gente.
Un impegno sociale ed una passione politica che continua, insieme ai cittadini, per rigenerare la politica con una presenza concreta sul territorio.

Liberi di crescere

Vota e fai votare

Lista Civica Parisi

per una Milano Unica