lista-parisi

Non siamo un partito, siamo cittadini pronti a impegnarci in un progetto di civismo rinnovato per una Milano unica. Il nostro punto di partenza è un programma forte e realizzabile, ispirato a valori liberali, cattolici, popolari e riformatori: da qui nasce la nostra proposta politica per un centrodestra moderno, che sa andare anche oltre i partiti. Stefano Parisi, con la sua candidatura, Corrado Passera, con il suo impegno, sono i garanti di questo nostro percorso.

 

Non siamo un partito. Siamo cittadini di Milano che vogliono fare qualcosa, anzi molto, per la loro, la nostra città. Tanti di noi sono alla prima esperienza politica o amministrativa, con entusiasmo e con la voglia di mettere a disposizione il patrimonio delle nostre esperienze.
Quello che ci unisce è la volontà di far ripartire Milano con un senso civico rinnovato. Quella Milano che dopo le giunte Albertini e Moratti – che hanno cambiato il volto della città – si è fermata per i cinque anni dell’attuale amministrazione di sinistra, che si è dimostrata priva di un qualsiasi progetto, senza una visione, senza l’energia che questa città merita.
Questa lista nasce nel nome di Stefano Parisi. Ci ha convinti la sua figura di tecnico autorevole, con una grande esperienza manageriale e amministrativa, e con un profilo politico chiaro e coerente. Parisi rappresenta un grande progetto e una grande speranza per Milano: quella di liberare le energie, le capacità, le potenzialità dei milanesi dalla paura, dal degrado dei quartieri, dai vincoli alla mobilità, dall’oppressione burocratica, dal fiscalismo assillante, dall’invadenza della macchina comunale, dalle decisioni prese a Roma.

 

Al fianco di Stefano Parisi c’è Corrado Passera. Questa lista nasce anche dal grande lavoro svolto per mesi a Milano da lui e dalla sua squadra che entra, con il loro contributo, nel cuore del progetto. Il gesto di Corrado Passera di unire gli sforzi per una grande iniziativa civica, indipendenti dai partiti, permette oggi di fare di Milano un laboratorio politico non solo locale. Il punto di partenza di questo percorso è un programma forte centrato su proposte realizzabili per la città.
Il nostro è un progetto civico, non politico, che si basa però su una visione politica omogenea che ci unisce. Quella di un centro-destra nuovo, che vada al di là dei partiti tradizionali che lo hanno costituito fino ad oggi. Un progetto liberale, cattolico, popolare, riformatore, libero da tentazioni estremiste e populiste, da slogan privi di contenuti, da assetti verticistici, da calcoli di potere. Siamo alternativi alla sinistra e distinti dalla destra. Combattiamo per i nostri valori, non per distruggere l’avversario.
Il primo capolista è Gabriele Albertini. L’uomo-simbolo della rinascita di Milano nello scorso decennio. Il sindaco più amato dai milanesi. L’uomo che ha fatto della buona amministrazione, concreta, attenta al quotidiano la cifra del suo agire alla guida della nostra città. Con il suo aiuto e il suo esempio, è questa la strada che vogliamo seguire. Al suo fianco, come secondo capolista, Manfredi Palmeri, espressione forte del territorio e da anni attivo nel governo della città. Una esperienza profonda maturata fin dalla giovane età.

 

Nessuno di noi, né dei candidati di questa lista, né dei suoi promotori, ha ambizioni di carriera politica. Non ne abbiamo né il tempo, né la vocazione. Ognuno di noi vive del proprio lavoro. Tuttavia siamo molto ambiziosi: siamo convinti di poter cambiare Milano, di poterne fare la città protagonista del rilancio dell’Italia in Europa e nel mondo. Una città piacevole da vivere per i milanesi, attrattiva per le imprese e per i cervelli migliori, trainante dal punto di vista economico e culturale per l’intero Paese.
Una Milano unica. Come nella sua storia, come nella sua vocazione più autentica.

Scopri tutti i candidati